I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo sito. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [Leggi i dettagli] [OK]
Diritto.it

ISSN 1127-8579

Pubblicato dal 23/03/2016

All'indirizzo http://dirittodellavoro.diritto.it/docs/38025-incentivi-economici-alle-imprese-agevolazione-tariffaria-art-24-mat-e-progetti-per-la-realizzazione-di-interventi-in-materia-di-salute-e-sicurezza-sul-lavoro

Autori: Maria Ceci, Lorella Galasso, AR redazione

INCENTIVI ECONOMICI ALLE IMPRESE: AGEVOLAZIONE TARIFFARIA ART.24 MAT E PROGETTI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO.

INCENTIVI ECONOMICI ALLE IMPRESE: AGEVOLAZIONE TARIFFARIA ART.24 MAT E PROGETTI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO.

Pubblicato in Diritto del lavoro il 23/03/2016

Autori

50253 Maria Ceci
50254 Lorella Galasso
47250 AR redazione
Pagina: 1 2 3 di 3

Come noto l’INAIL, ormai a partire dall’anno 2010, nell’ambito delle attività promozionali della cultura e delle azioni di prevenzione, di cui all’art. 11, comma 5 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i, incentiva la realizzazione di progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro[1].
         Questo incentivo si affianca al già consolidato beneficio della riduzione del tasso per prevenzione introdotto dall’art. 24 della Modalità di applicazione della Tariffa dei Premi Inail.
 La richiamata norma trova la sua ratio nella correlazione esistente tra interventi realizzati per innalzare il livello di sicurezza in azienda e i meccanismi di riduzione dei premi, premiando lo sforzo dei  datori di lavoro che non si limitano al mero rispetto delle nome cogenti, realizzando interventi ulteriori.
Il riconoscimento del beneficio in questione, infatti,  presuppone l’osservanza delle norme in materia di prevenzione infortuni e di igiene del lavoro, requisito che s’intende  sussistente qualora siano osservate tutte le disposizioni obbligatorie in materia di prevenzione infortuni  e di igiene del lavoro  con riferimento alla situazione presente alla data del 31 dicembre dell’anno precedente  quello cui si riferisce la domanda con riferimento  all’azienda nel suo complesso.
La riduzione per prevenzione ex art. 24 D.M. 12.12.2000 e s.m.i. potrà in  sostanza essere richiesta dalle aziende  che hanno effettuato interventi per il miglioramento   delle condizioni di
sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli previsti dalla normativa in materia (D.Lgs 81/2008 e s.m.i.).
L’INAIL, nell’ottica  del miglioramento delle politiche prevenzionali,  periodicamente effettua un’attività di revisione  dei suddetti interventi  al fine di individuare  quelli  maggiormente efficaci sotto tale profilo.
 Il modello di domanda,  anche per il corrente anno, ha mantenuto l’articolazione in quattro sezioni: A “Interventi di carattere generale”; B “Interventi di carattere generale ispirati alla responsabilità sociale”, C “Sicurezza e sorveglianza sanitaria” e D “Prevenzione di rischi specifici”.
Come diremo di seguito anche  per l’altra tipologia di intervento, per poter beneficiare  della riduzione  è previsto  il raggiungimento di un punteggio  pari almeno a 100 punti.
Il suddetto punteggio  potrà scaturire dalla selezione di interventi  individuati all’interno di una sola  o più sezioni. 
La riduzione  del tasso medio di tariffa,  in caso di accoglimento 

Libro in evidenza

T.U. SICUREZZA SUL LAVORO CON LA GIURISPRUDENZA

T.U. SICUREZZA SUL LAVORO CON LA GIURISPRUDENZA


L'applicazione del T.U. Sicurezza sul lavoro comporta obblighi e responsabilità per chi - professionista, RSPP, ASPP, datore di lavoro - ha compiti e ruoli di rilievo in azienda o sul cantiere. È essenziale allora conoscere le decisioni prese dalla magistratura su...

70.00 € Scopri di più

su www.maggiolieditore.it

accoglimento  della domanda,  è determinata in relazione al numero dei lavoratori  nel senso che la riduzione premierà le aziende  in misura inversamente proporzionale al predetto numero.
Per  l’anno corrente la novità  più rilevante   è costituita dal fatto che  la documentazione probante  relativa agli interventi selezionati  nella domanda  dovrà essere prodotta unitamente  alla domanda.
            Passando ora alla trattazione degli  incentivi  per la realizzazione di progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro, in primo luogo bisogna  sottolineare che per “miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro” si intende il miglioramento documentato delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti e riscontrabile con quanto riportato nella valutazione dei rischi aziendali.
L’incentivo consiste in un contributo, in conto capitale, in misura percentuale sull’importo delle spese ammesse, sostenute e documentate, con la previsione di un limite massimo e un limite minimo.
L’Avviso pubblico 2015, per il quale è imminente la fase di presentazione delle domande, prevede l’erogazione di un contributo pari al 65% delle spese ammesse per un limite massimo di 130.000 euro e un limite minimo di 5.000 euro[2].
            Sono ammessi a contributo i progetti ricadenti in una delle seguenti tipologie:
-       Progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori;
-       Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
-       Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.
Le imprese possono presentare un solo progetto, per una sola unità produttiva ed una sola tipologia tra quelle indicate.
L’INAIL, per la concessione dei contributi in questione, ha prescelto la procedura valutativa a sportello ai sensi  dell’art. 5 del decreto legislativo 123/1998 e s.m.i.[3] che consente una forte semplificazione.
      Questa procedura prevede l’accesso:
-       In base all’ordine
[...]
Pagina: 1 2 3 di 3

Poni un quesito in materia di lavoro


Libri correlati

Articoli correlati

Logo_maggioliadv
Per la pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it | www.maggioliadv.it
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Logo_maggioli